Capita a tutti, prima o poi, di dover presentare un reclamo alla propria compagnia assicurativa. Che si tratti di un sinistro auto, di un infortunio o di un problema con la polizza casa, è importante conoscere i propri diritti e le procedure da seguire per ottenere un risarcimento adeguato.

In questo articolo, analizziamo in dettaglio come fare un reclamo assicurativo, illustrando i diritti del contraente, le diverse modalità di presentazione del reclamo e i tempi di risposta previsti.

Diritti del contraente

In caso di sinistro o di qualsiasi altra problematica con la polizza, il contraente ha il diritto di:

Presentare un reclamo: è il primo passo per ottenere un risarcimento. Il reclamo può essere presentato in forma scritta o verbale.
Ricevere una risposta entro 45 giorni: la compagnia assicurativa è tenuta a dare una risposta al reclamo entro 45 giorni dalla sua ricezione. In caso di ritardi, il contraente può rivolgersi all’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni).
Ottenere un risarcimento adeguato: il risarcimento deve essere commisurato al danno subito. In caso di contestazioni, il contraente può rivolgersi a un legale o a un’associazione di consumatori.
Procedure per presentare un reclamo

Il reclamo può essere presentato in diversi modi:

In forma scritta: è la modalità più consigliata, in quanto permette di avere una prova documentale della presentazione del reclamo. La lettera di reclamo deve essere inviata alla compagnia assicurativa tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno.
Via fax: è una modalità più rapida rispetto alla posta raccomandata, ma non offre la stessa garanzia di prova documentale.
Per telefono: è la modalità più veloce, ma è sconsigliabile in quanto non lascia traccia della conversazione.
Online: molte compagnie assicurative mettono a disposizione un modulo online per la presentazione dei reclami.
Cosa deve contenere il reclamo

Il reclamo deve contenere:

I dati del contraente: nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, numero di polizza.
La descrizione del sinistro o della problematica: data, luogo, cause, danni subiti.
Le richieste del contraente: risarcimento del danno, rimborso spese, ecc.
La documentazione a supporto del reclamo: copia del contratto di polizza, denuncia di sinistro, certificati medici, fatture, ecc.
Tempi di risposta e ruolo dell’IVASS nella tutela dei contraenti delle assicurazioni
La compagnia assicurativa è tenuta a dare una risposta al reclamo entro 45 giorni dalla sua ricezione. In caso di ritardi o di risposte insoddisfacenti da parte della compagnia assicurativa, il contraente può rivolgersi all’IVASS, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, organismo pubblico che tutela i diritti dei contraenti.

Consigli per presentare un reclamo

Ecco alcuni consigli per presentare un reclamo in modo efficace:

Redigere un reclamo chiaro e conciso.
Fornire tutte le informazioni utili a supporto del reclamo.
Essere specifici nelle richieste.
Mantenere un tono pacato e professionale.
Conclusioni

Conoscere i propri diritti e le procedure da seguire per presentare un reclamo assicurativo è fondamentale per ottenere un risarcimento adeguato. In caso di dubbi o di difficoltà, è consigliabile rivolgersi a un legale o a un’associazione di consumatori.